Frosinone, una città con tante (forse troppe) periferie

Frosinone è una città che nel corso degli anni ha mantenuto dimensioni tutto sommato modeste, se si considera che è un capoluogo di provincia. Tuttavia, nonostante la sua dimensione di “grande paesone”, Frosinone ha un numero di quartieri “periferici” decisamente alto per una città che ormai conta stabilmente un numero di abitanti inferiore alle cinquantamila unità. Selva Piana, i Cavoni, Corso Lazio, lo Scalo ferroviario, in parte anche alcune zone dello stesso Centro Storico e tutta la “cintura esterna” della città, che comprende zone come Selva dei Muli, Maniano, San Liberatore, Colle Timio, Colle del Vescovo, la “pescara”, Colle Cottorino, etc. Tutte queste realtà, densamente popolate, tra l’altro, hanno assunto l’aspetto tipico di una periferia per diversi motivi. Nel caso del quartiere Selva Piana l’aspetto periferico è dovuto alla presenza di un forte degrado sociale e urbano che nel corso degli anni si è stratificato, favorendo, purtroppo, la comparsa di fenomeni di criminalità e micro-criminalità. Tutti ricordiamo le recenti maxi operazioni anti-droga condotte dalla forze dell’ordine all’interno del “Casermone”. Il paradosso è che il quartiere Selva Piana non è un quartiere periferico dal punto di vista urbanistico, dato che si trova proprio ai piedi di corso Volsci (l’ex Monti Lepini) che oramai coincide con il fulcro della città. Diverso è il caso dei quartieri Cavoni e Corso Lazio, due dei quartieri più recenti della nostra città, due tra i più popolosi. Questi quartieri sembrano essere una piccola città nella città, probabilmente perché nel corso degli anni non sono mai riusciti a integrarsi del tutto con il tessuto urbano. Due mondi avulsi, quasi senza una fisionomia precisa, che agli occhi di una persona esterna potrebbero sembrare come dei pezzi “appiccicati” alla città. Tutti e due, non a caso, hanno in comune un elemento fondamentale, si trovano, infatti, a ridosso di due arterie che li separano dalla città. Nel caso di Corso Lazio la ferrovia, nel caso di Cavoni corso Volsci, ancora noto come via dei Monti Lepini, che, nonostante i recenti lavori di urbanizzazione e la costruzione della “piastra”, non è mai diventata una semplice strada cittadina ma è rimasta un’arteria extra urbana, basta vedere il volume di traffico che la attraversa tutti i  giorni. Due cesure nette, insomma, che hanno letteralmente tagliato fuori due dei quartieri più popolosi della città. Ancora più anomalo è il caso dei quartieri “cintura” della città, come Maniano, Colle Cottorino, Selva dei Muli, la “pescara”. Queste zone sono caratterizzate da diversi fenomeni degradanti tra cui l’abuso edilizio, la mancanza di strade decenti e facilmente percorribili, la mancanza di servizi e opere fondamentali (basti pensare alla mancanza di reti fognarie adeguate in alcune zone), la compresenza con frazioni di campagna incolta. Insomma, un vero e proprio minestrone che non consente a questi quartieri di avere una fisionomia chiara e riconoscibile, e soprattutto gradevole e armoniosa. Forse, con un po’ più di impegno e di controllo da parte delle amministrazioni comunali, queste piccole isole verdi sarebbero potute diventare dei quartieri residenziali eleganti e di pregio, immersi nelle colline verdi della nostra città. Tutte queste realtà, dunque, nonostante le rispettive peculiarità, hanno in comune la fisionomia del quartiere periferico, non certamente paragonabili alle periferie delle grandi metropoli, ma comunque, a modo loro, rappresentano la periferia della nostra città. In conclusione, la domanda è: ma in una piccola città come si è riusciti a creare così tante periferie?

Daniele Riggi, consigliere comunale di Frosinone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: