Consiglio dei Giovani di Frosinone, una bella occasione di partecipazione democratica per la nostra città

Il 15 marzo a Frosinone, presso la sede del comune in Piazza VI dicembre, si terranno dalle ore 8 alle ore 20 le elezioni per il consiglio dei giovani, elezioni a cui potranno partecipare candidati ed elettori residenti nel comune capoluogo che hanno un’età compresa tra i 15 e i 25 anni. Negli ultimi anni le giovani generazioni si sono allontanate sempre di più dalla politica e dalle istituzioni, che considerano mondi distanti e nella maggior parte dei casi inaccessibili. Per riavvicinare seriamente i giovani alla politica è necessario che le istituzioni e le organizzazioni politiche si aprano senza timore alla partecipazione giovanile e che tornino ad occuparsi seriamente dei problemi dei giovani, che oggi non hanno più speranza verso il futuro e fiducia nelle proprie potenzialità. Il Consiglio dei Giovani è un’iniziativa utile per riavvicinare i giovani alla politica. Il suo elemento di forza è che da la possibilità concreta a dei ragazzi giovani di provare in prima persona cosa significa fare attività politica.

Il Consiglio dei Giovani, in sostanza, è una sorta di consiglio comunale in miniatura, composto da 21 giovani, che avranno la possibilità di sperimentare in prima persona cosa significa partecipare alla vita politica della propria città, presentando proposte di deliberazione al Consiglio comunale ed alla Giunta, esprimendo pareri su tutti gli atti emanati dal Consiglio comunale, dal Sindaco e dalla Giunta che riguardano specificatamente i giovani e, soprattutto, lavorando sui seguenti obiettivi: promuovere la partecipazione dei giovani alla vita politica e amministrativa locale; facilitare la conoscenza, da parte dei giovani, dell’attività e delle funzioni dell’ente locale; promuovere l’informazione rivolta ai giovani; elaborare progetti coordinati da realizzare in collaborazione con gli analoghi organismi istituiti in altri comuni; seguire l’attuazione dei programmi e degli interventi rivolti ai giovani in ambito locale.

La città di Frosinone, purtroppo, non ha mai brillato sulle politiche giovanili e non si può, certamente, definire una città “giovane”, dato che si presenta agli occhi dei giovani come un luogo atavico e privo di stimoli, dove è difficile, se non impossibile, trovare un lavoro, vivere bene e formare una famiglia. Mancano luoghi di aggregazione e di espressione che siano rivolti ai giovani, inoltre, mancano servizi, opportunità e risorse che aiutino i giovani a cominciare un percorso di vita autonomo. Manca persino un’offerta culturale che sia stimolante per i giovani frusinati. In altre parole, Frosinone è una città che, attualmente, non offre ai suoi abitanti più giovani la possibilità di costruirsi un futuro. La carenza maggiore, forse, è l’assenza di istituzioni frequentate principalmente dai giovani, come ad esempio l’Università. Avere la presenza di facoltà universitarie in un territorio significa attrarre giovani, restare collegati al progresso e generare innovazione per il territorio.

Tutti questi fattori di criticità, all’interno di una città che non si è mai dimostrata culturalmente aperta nei confronti della partecipazione giovanile, sono alla base del preoccupante esodo dei giovani frusinati verso altre mete, che si è registrato negli ultimi anni. Secondo i dati ISTAT, infatti, la nostra città è fra i 50 Comuni italiani che ha perso più giovani di età compresa fra i 18 e i 30 anni nel periodo compreso fra il 2008 e il 2017; solo 24 Comuni italiani hanno numeri peggiori in termini percentuali, in testa alla classifica c’è il Comune sardo di Monserrato. Dal 2008 al 2017 la città ha perso l’11,59% della fascia di popolazione giovane: i maggiorenni under 30 in città sono 871 in meno rispetto al 2008. Frosinone, tra l’altro, è l’unico comune ciociaro e della Regione Lazio fra i 50 che hanno perso, in percentuale, più cittadini nella fascia 18-30 anni. La nostra città ha anche un serio problema di ricambio generazionale della classe dirigente politica. Basti pensare che, ad oggi, all’interno del Consiglio comunale di Frosinone risulto l’unico consigliere comunale nato negli anni Novanta, con un’età inferiore ai 30 anni. Di consiglieri nati negli anni ’80, invece, ce ne sono 4, quindi nel nostro consiglio comunale ci sono solamente 5 consiglieri con meno di quarant’anni, su un totale di 31.

Cari giovani concittadini quale migliore occasione del consiglio dei giovani per tornare ad appassionarsi della nostra città, della politica e dell’impegno civico? Adesso che, finalmente, c’è la possibilità di avere uno spazio di discussione e confronto con la politica cittadina bisogna impegnarsi e partecipare attivamente per custodirlo e valorizzarlo al meglio. Le occasioni per riprendersi gli spazi di partecipazione e aggregazione che la città ha spesso negato alle generazioni più giovani non saranno sempre molte, perciò il 15 marzo è importante partecipare al voto, così come sarà importante seguire le vicende del consiglio anche dopo le elezioni e l’insediamento dei nuovi eletti. A prescindere dalla lista e dal candidato che sceglierete, andate a votare con la consapevolezza e lo spirito critico che ogni cittadino deve avere quando esercita il diritto di voto, perché il voto è uno dei diritti fondamentali su cui si fonda la nostra democrazia e, in generale, la convivenza civile. Quando c’è partecipazione la democrazia vince sempre!

Daniele Riggi, consigliere comunale di Frosinone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: